aumenta il testo riduci il testo Bookmark and Share
  • Home
  • » News
  • » Valutare e promuovere l’innovazione nella gestione dei rifiuti: Smart waste parte da Firenze
6 settembre 2019

Valutare e promuovere l’innovazione nella gestione dei rifiuti: Smart waste parte da Firenze


Al via un progetto europeo di cooperazione tra partner di 6 Paesi diversi, che vede la Toscana come
capofila

Greenreport.it - È partito oggi ufficialmente, con la presentazione nella sala Pegaso della Giunta regionale, il progetto
europeo di cooperazione interregionale Smart waste, che vede come capofila una società in house della
Regione Toscana, l’Agenzia regionale recupero risorse (Arrr).
Il progetto – finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale dell’Ue fino al 2023 – porterà avanti una
cooperazione tra i partner di sei Paesi europei che aiuterà a capire se le politiche innovative messe a punto
per migliorare la gestione dei rifiuti sono davvero efficaci: ha come obiettivo il sostegno all’innovazione,
attraverso lo scambio interregionale di buone pratiche per una corretta gestione del ciclo integrato di
gestione dei rifiuti.
Ad aprire i lavori è stato l’assessore regionale all’Ambiente, Federica Fratoni, che ha ricordato le politiche
regionali per il sostegno allo sviluppo dell’economia circolare in Toscana, sottolineando il ruolo centrale di
una gestione dei rifiuti orientata ai gradini più alti della gerarchia comunitaria: riduzione della produzione e
aumento del riuso e del riciclo dei rifiuti, cui comunque seguono il recupero energetico o lo smaltimento
finale.
Solo attraverso un’ottica integrata è infatti possibile gestire secondo logica di sostenibilità e prossimità i rifiuti
che cittadini e imprese toscane producono ogni anno: oltre 12,5 milioni di tonnellate di rifiuti, delle quali 2,2
di rifiuti urbani e 10,3 di rifiuti speciali.
Dopo l’introduzione dell’assessore Fratoni la giornata di lavoro è proseguita con interventi sul tema
dell’innovazione e delle buone pratiche per la gestione dei rifiuti in Toscana, dall’esperienza di Alia spa – il
gestore dei rifiuti urbani nell’Ato Toscana centro – e dell’Università di Pisa al contributo offerto da un
rappresentante del progetto Interreg Europe Winpol. Hanno chiuso i lavori i tavoli di confronto tra i
rappresentanti delle categorie economiche e dei cittadini e i partner del progetto, per condividere le rispettive
esperienze e porre le basi per orientare i Fondi europei per lo sviluppo regionale (Fesr) verso il sostegno
all’innovazione della gestione