aumenta il testo riduci il testo Bookmark and Share
  • Home
  • » News
  • » L'inceneritore assume C' la data dei colloqui
5 gennaio 2019

L'inceneritore assume C' la data dei colloqui

 

La società incontrerà i candidati il 23 gennaio al Casone mentre le richieste devono arrivare entro il 16 gennaio

 Il Tirreno - Scarlino. In vista del prossimo riavvio degli impianti, la Scarlino Energia spa ha indetto una selezione per la copertura di alcuni posti di lavoro vacanti. L'azienda, all'interno del ciclo di eventi «Imprese al Centro» e in collaborazione con il Centro per l'Impiego di Grosseto, ha deciso di incontrare i possibili candidati in cerca di occupazione. L'incontro avrà luogo mercoledì 23 gennaio, dalle 10 alle 13 al Casone, nella zona industriale di Scarlino. Le domande devono arrivare entro e non oltre entro il 16 gennaio. I profili ricercati sono vari: segreteria di direzione, tecnico di laboratorio, logistica e contabilità rifiuti, meccanico impiantistica industriale, manutenzione elettrostrumentale, quadrista, operatore specializzato muletto, addetto al controllo degli impianti. Lo scopo di questi eventi è quello di favorire l'incontro tra le imprese e le persone in cerca di lavoro, offrire alle prime un'opportunità per entrare in contatto con nuovi potenziali candidati, fornire ai partecipanti l'iniziativa e dare informazioni utili sull'azienda, sulla sua organizzazione e sulla gestione delle risorse umane. L'obiettivo è fare conoscere alle persone che sono in cerca di nuove opportunità di lavoro l'organizzazione dell'impresa e i mercati di riferimento, i servizi e i prodotti offerti, i criteri nella scelta di nuovi collaboratori. Per iscriversi è possibile recarsi al Centro per l'impiego di Grosseto, in via Scopetani. Inoltre è possibile candidarsi anche attraverso il portale IdolWeb o inviando una mail a serviziimprese. grosseto@regione. toscana. it, con oggetto "Incontro Scarlino Energia". La società sta predisponendo la ripartenza a pieno regime con l'impianto di combustione. Attualmente i dipendenti impiegati nell'impianto sono circa quaranta; fino ad aprile hanno usufruito del contratto di solidarietà e in seguito è stato loro ridotto l'orario di lavoro. In molti hanno un contratto part-time. Nell'eventualità della ripartenza serve però un aumento importante della forza lavoro e così sono state aperte le candidature. A fine settembre il consiglio regionale aveva approvato una delle quattro mozioni presentate dai consiglieri riguardanti l'impianto di combustione della Piana e adesso la giunta dovrà riferire, sulla base di una rivalutazione dei dati, se ritiene opportuno o meno rivedere il proprio orientamento. Inoltre sulla vicenda pendono anche un ricorso al Tar e un ricorso al Consiglio di Stato.
-Giulia Sili