aumenta il testo riduci il testo Bookmark and Share

I Metalli

Attraverso dei separatori a magneti presenti sulle due linee dell'impianto è possibile separare i metalli ferrosi dal resto dei rifiuti, sia di tipo indifferenziato che da matrice organica proveniente da raccolta differenziata (esempio a causa di errato conferimento). Oltre alla separazione dei metalli ferrosi dal rifiuto, è possibile recuperare anche i metalli non ferrosi, quali l'alluminio, il rame, l'acciaio inox puro, l'ottone, ecc. Il separatore per metalli non ferrosi è detto anche "a correnti indotte" o ECS ("Eddy Current System"). I metalli, una volta separati e stoccati temporaneamente, vengono avviati a cadenza periodica ad impianti di recupero, come le fonderie.